Clicca per scaricare LA LOCANDINA DEL CORSO

Clicca per scaricare IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO

Clicca per scaricare SCHEDA DI ISCRIZIONE

Clicca per scaricare L’ELENCO DEI DOCENTI

La scuola è una comunità complessa abitata da studenti, docenti, dirigenti, genitori, assistenti alla didattica ed esperti vari che, insieme, vanno a formare un vero e proprio organismo con un suo specifico funzionamento, una sua cultura e una sua identità. In questo contesto i/le ragazzi/e acquisiscono competenze cognitive, emotive e relazionali confrontandosi con successi, ma anche con difficoltà, delusioni, conflitti (intra e interpersonali) e fallimenti. Lo psicologo scolastico, parte integrante di questa realtà, ha gradualmente assunto nell’ultimo decennio un ruolo fondamentale per la prevenzione, la promozione del benessere, il sostegno allo sviluppo del sé e l’inclusione.

Con il recente protocollo d’intesa tra CNOP – Consiglio Nazionale Ordine Psicologi e MIUR – Ministero dell’Istruzione (25 settembre 2020) tale figura è stata ulteriormente rafforzata.
Se un tempo lo psicologo si occupava principalmente di condurre uno sportello di ascolto, oggi lo psicologo assume una visibilità e un’importanza che lo situano al centro del progetto scolastico. Per questo motivo sono richiesti profili sempre più qualificati.

Obiettivo del corso 

Ci proponiamo di accompagnare i partecipanti nello sviluppo di competenze utili a interpretare il ruolo di psicologo scolastico in tutta la sua complessità.
Daremo risalto a diverse modalità di intervento a partire dalle specifiche esperienze portate avanti dai nostri docenti nel corso di anni di attività in scuole di diverso ordine e grado.
Faremo esperienze pratiche volte a favorire lo sviluppo di specifiche competenze nei partecipanti.

Il nostro modello di riferimento si fonda su tre pilastri:

  • la psicologia positiva, volta a favorire la promozione del benessere, della resilienza, delle risorse personali e ambientali, dei processi inclusivi e collaborativi, e al contempo prevenire le diverse forme di disagio psicologico e sociale. Saper valorizzare ciò che funziona invece che lasciarsi ipnotizzare da ciò che non funziona, significa offrire all’individuo (insegnante, alunno o genitore) e all’organizzazione (la scuola) lo sfondo su cui basare movimenti evolutivi orientati a favorire processi di cambiamento
  • la Gestalt e la pratica esperienziale che nella relazione d’aiuto, considera il cambiamento come l’effetto del fare esperienza nel qui e ora di nuove modalità di entrare in contatto con se stessi e con il mondo, operando in un’ottica olistica quindi a livello cognitivo, emotivo e corporeo. Nella nostra esperienza le tecniche della psicoterapia della gestalt, capaci di dare attenzione al corpo, alle emozioni ed al particolare modo di essere nel mondo di ognuno, si sono dimostrate particolarmente efficaci con chi si trovi nel pieno dello sviluppo del proprio sé.
  • la psicologia transculturale, che considera il comportamento umano e i suoi possibili disfunzionamenti strettamente connessi alla qualità del rapporto fra individuo e ambiente culturale, e non solo una manifestazione di uno squilibrio a livello intrapsichico. Mettere al centro la cultura per lo psicologo scolastico non significa solo dare valore al mosaico di tradizioni che compongono una società sempre più multietnica.
    Significa per noi soprattutto sapere riconoscere l’identità specifica di ogni istituzione scolastica, portatrice di bisogni diversi e complessi.

IL COSTO DEL CORSO È DI 1.500 € 10% DI SCONTO SE CI SI ISCRIVE A GRUPPI DI TRE O PIÙ
OPERATORI , SE SI È ISCRITTI A GIOVANI PSICOLOGI LOMBARDIA O SE SI HA GIÀ FREQUENTATO ALTRI CORSI
PROPOSTI ED EROGATI DAL GRT.

DESTINATARI: psicologi, psicoterapeuti, e studenti in formazione. Massimo 15 partecipanti.
Il corso prevede il rilascio di 50 crediti ECM e un attestato di partecipazione.

Per ulteriori informazioni scrivere a istituto@grtitalia.org